Categorie

dipendenza dal gioco d'azzardo, dipendenze, gioco d'azzardo

Dipendenza dal gioco d’azzardo: come riconoscerla

Il gioco d’azzardo rappresenta un modo per divertirsi che appassiona migliaia di persone che si recano sia nei casino terrestri per praticare questa attività oppure, soprattutto negli ultimi anni, scelgono piattaforme di casino online per lo stesso motivo (perché, in questo modo, possono giocare quando e dove vogliono). Di certo il gioco d’azzardo rappresenta anche la speranza di vincere dei soldi e, quindi, di guadagnare.

È anche giusto pensare che questi siano dei buoni motivi per giocare in una delle piattaforme presenti nella lista dei migliori casino online, ma l’altra faccia della medaglia è, ovviamente, quella di considerare anche i contro che si nascondono dietro questa attività. Il gioco d’azzardo può, infatti, diventare una vera e propria dipendenza per i giocatori di qualsiasi età che non riescono più a comprendere quando si stia oltrepassando il limite. Le ripercussioni sono tante e in diversi ambiti: sulle proprie finanze, sui propri rapporti personali e, in definitiva, su tutta la propria vita.

Come riconoscere la dipendenza dal gioco d’azzardo

Ci sono dei veri e propri sintomi collegati alla dipendenza dal gioco d’azzardo. Chi gioca non ha più tempo per altri hobby, per il lavoro o per la famiglia, ma tutto il suo tempo e le sue energie vengono impiegate per giocare.

Chi gioca tende ad isolarsi, a limitare al massimo le proprie uscite o a coltivare rapporti e relazioni perché queste possono sottrarre tempo al gioco.

Chi gioca tende ad avere altre abitudini sbagliate sia connesse all’alimentazione poiché, pur di non togliere tempo al gioco, si sceglie di mangiare cibi spazzatura oppure di trascurare il momento dedicato ai pasti (con conseguenze come l’obesità oppure carenze alimentari importanti), sia connesse al sonno che molto spesso viene disturbato oppure trascurato per via del gioco.

Chi gioca dal punto di vista caratteriale diventa più nervoso e scontroso e questo avrà ripercussioni negative sui propri rapporti personali.

Chi gioca, non sapendo più quando fermarsi, non saprà più quando il gioco non è più conveniente per le sue finanze (molto spesso potrebbe essere già troppo tardi e si potrebbe già aver compromesso il proprio patrimonio).

Come curare la dipendenza dal gioco

Curare la dipendenza dal gioco può essere molto difficile, infatti molto spesso è più importante la prevenzione e stabilire a priori, prima di iniziare a giocare, delle regole e dei limiti da non sorpassare mai.

Per la cura della dipendenza da gioco, molto può dipendere dal supporto psicologico fatto con un terapista oppure nei centri dedicati ai giocatori d’azzardo.

Per la prevenzione, invece, delle regole di buona condotta che ogni giocatore dovrebbe stabilire e seguire, sono quelle relative a:

  • tempo dedicato al gioco (stabilire un tempo massimo da dedicare all’attività del gioco, ogni giorno, per poter dare spazio anche ad altri hobby e attività);
  • budget da investire nel gioco (farsi la promessa di non superare mai una certa parte delle proprie entrate);
  • pause fra una partita e l’altra (sono essenziali per non perdere il contatto con la realtà nonché per mangiare e per dormire);
  • relazioni personali (continuare a coltivarle è utile per non isolarsi e pensare solo al gioco).