Impotenza, come si gestisce

L’impotenza è un termine molto usato per indicare quello che è un problema decisamente diffuso tra gli uomini molto più di quanto non si pensi, anche perché per senso del pudore o vergogna, non tutti lo dichiarano. Ma in cosa consiste questa problematica e, soprattutto, chi ne è colpito come può gestirla in modo ottimale senza dover limitare la sua vita relazionale? Scopriamolo assieme.

Impotenza, cos’è e come si manifesta

L’impotenza è un problema che consiste nella difficoltà di raggiungere e, soprattutto, mantenere l’erezione, nonstante il desiderio sessuale sia presente. Sono numerosi gli uomini che incorrono in questo tipo di disturbo, soprattutto dopo i 40 anni. I fattori scatenanti sono diversi:

  • Fattori di origine vascolare: alcune patologie, come per esempio il diabete, possono causare impotenza. Tra lemalattie che possono dare origine al disturbo, si segnalano anche quelle cardiovascolari, patologie cardiache, ipertensione;
  • Traumi: urti violenti, traumi al pene, interventi di chirurgia alla prostata o al pene, movimenti inconsulti;
  • Fattori di origine ormonale: come per esempio l’ipogonadismo, ma anche l’ipertiroidismo, l’ipoitiroidismo e la sindrome di Cushing;
  • Fattori di tipo anatomico: la malattia di Peyrone, che altera l’anatomia del pene, è una delle cause anatomiche della disfunzione erettile;
  • Fattori di origine neurologica: diverse malattie di origine neurologica possono causare impotenza, come per esempio la sclerosi multipla, il morbo di Parkinsonm, ictus e traumi a livello spinale.
  • Utilizzo di determinati farmaci quali i diuretici.

Sono inoltre fattori che possono generare impotenza l’abuso di alcol e la depressione.

Dal punto di vista medico, l’impotenza è una condizione che si manifesta con l’incapacità di avere un’erezione o di mantenerla. Nonostante si tratti di un problema molto diffuso, è causa di forte imbarazzo che può portare a serie problematiche nella gestione delle relazioni e di conseguenza sulla qualità della vita.

Ci sono diverse forme di impotenza, dall’impossibilità di raggiungere un’erezione del pene all’incaèacità, una volta raggiunta, di mantenerla fino all’eiaculazione. Generalmente la disfunzione erettile, altro nome con cui si designa l’impotenza, si manifesta nelle persone avanti con gli anni, sebbene possa manifestarsi anche attorno ai 40 anni. Si stima che siano circa 3 milioni gli uomini affetti dal questo problema.

Come si riconosce il disturbo

L’impotenza è un problema che merita notevole attenzione per le conseguenze psicologiche che può avere sull’individuo. Se ci si rende conto di avere problemi erettili, la prima cosa da fare è non allarmarsi, non nascondersi e rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia. Se si tratta di una condizione sporadica non ci si dovrebbe preoccupare, ma è bene monitorare la situazione, ricordiamoci che ci sono anche fattori emotivi che possono portare a una forma di impotenza temporanea.

Se il problema è associato a eiaculazione precoce o ritardata, è consigliabile sottoporsi a una visita medica.

La diagnosi consiste in un esame obiettivo e nell’anamnesi. Il medico, dopo una visita e i conseguenti accertamenti, ha la possibilità di individuare la presenza del problema, di scoprire i fattori scatenanti e di prescrivere la cura più adatta alla circostanza.

Tra gli esami più frequenti per la diagnosi vi sono l’analisi del sangue, per verificare se vi siano patologie quali diabete o disfunzioni ormonali, esami neurologici, ecocolor doppler penieno.

Normalmente, tra le visite, viene effettuata anche una valutazione psiclogica.

Le terapie per la disfunzione erettile

Sono diverse le terapie possibili per curare la disfunzione erettile, sia quelle che intervengono sui fattori scatenanti, come una terapia per mantenere sotto controllo diabete, ipotiroidismo ecc, così come i farmaci che vengono prescritti per ridurre l’effetto dell’impotenza. Ci sono de farmaci, infatti, che consentono di ottenere l’erezione nonostate la disfunzione erettile, si può consultare un elenco dei farmaci Cialis generici in vendita online, sempre dopo un consulto medico.

Infine, si raccomanda un supporto psicologico in modo da eliminare eventuali blocchi e affrontare in modo più sereno la propria condizione. Oggi come oggi è possibile se non guarire, per lo meno ridurre gli effetti di questa problematica.